OTTOBRE A LABIN E RABAC (ALBONA E RABAZ)

Valamar trail Rabac il 4 ottobre

Venite a esplorare Rabac e i dintorni mediante una corsa nell’ambito dell’eccitante gara “Valamar trail” di 13 km, 21 km, 53 km e 73 km. L’inizio e la fine della corsa si terranno il 4 ottobre di fronte all’albergo a quattro stelle “Valamar Sanfior” a Rabac. Se, invece, volete un’avventura ciclistica, prenotate il soggiorno e l’alloggio all’albergo “Allegro” a tre stelle, sempre a Rabac. L’albergo offre tutto il supporto tecnico e logistico tramite il quale vi aiuterà a conoscere durante la vacanza il maggior numero possibile di sentieri, colline e valli della meravigliosa Istria. Avrete a disposizione una rimessa per le biciclette, pasti speciali altamente energetici, mappe ciclistiche, noleggio biciclette e varie informazioni di cui avrete bisogno riguardo ai percorsi ciclistici per tutti i livelli di preparazione atletica. Le doppie sono disponibili già a partire da 70 € a notte.
www.valamar.com/it/pacchetti-vacanze-rabac/esplora-croazia-allegro
www.valamartrail.com

 

Sentiero di San Fiorenzo – Giornata internazionale del trekking il 15 ottobre

Venite a conoscere la ricchezza di sette sentieri e passeggiate di Labin e Rabac che si snodano lungo la costa marina, le cascate, i ruscelletti, i colli e le radure di questi ultimi. Uno dei più belli tra questi percorsi, il sentiero di San Fiorenzo, si trova nel villaggio di Kranjci, a 3 chilometri da Labin. Nell’idillio rurale dai variopinti colori autunnali lungo i due chilometri del sentiero scoprite la leggenda sull’oro greco sepolto sotto la chiesa romanica di San Fiorenzo. Secondo una leggenda locale, la chiesa fu eretta dai Greci all’epoca bizantina. Erano persone molto ricche finché non dovettero far fronte a sette anni di siccità. A causa della fame dovettero trasferirsi e così caricarono una grande quantità di oggetti d’oro su un piccolo carro con cavalli. Siccome l’oro era troppo pesante, una parte, dopo essere stata inserita in un recipiente per la distillazione della grappa, fu sepolta attorno alla chiesetta di San Fiorenzo con un voto segreto. Non vennero mai a riprendersi l’oro, mentre il voto è rimasto segreto fino ai giorni nostri. La chiesetta fu eretta a metà del 6° secolo sulla collina sottostante il villaggio e conserva un altare molto prezioso con plutei e decorazioni a intreccio. La festa di San Fiorenzo ricorre il 27 ottobre, mentre nella chiesetta si celebra la Santa Messa l’ultimo sabato in ottobre.
La mappa di sentieri e passeggiate di Labin e Rabac
www.rabac-labin.com/hr/46-download-of-catalogues

 

Regine divine dei boschi di Labin

I menu autoctoni della dea Sentona di Labin, protettrice dei viaggiatori, vi offrono una rapsodia autunnale di profumi e sapori dei boschi di Labin. I funghi sono stati sin dall’antichità l’ingrediente fondamentale sulle tavole degli abitanti di Labin, mentre ottobre è l’apice della stagione del tartufo bianco, quello più pregiato. I boschi di Labin abbondano pure di funghi porcini e cimballi, per cui forse sceglierete i fusi (pasta tipica) istriani con funghi porcini o formaggio casereccio ai tartufi sul pane biscottato cosparso di olio al tartufo e fichi secchi al ristorante “Velo kafe” nella città vecchia. Lungo la strada verso Rabac, al ristorante “Due Fratelli”, circondati dalla macchia e godendo una splendida veduta sulla città vecchia, non potrete resistere a una bistecca alla boscaiola con la salsa ai funghi locali di Labin, pancetta e patate tagliate a metà al forno con la buccia. Al ristorante “Tomažići” nell’omonimo villaggio vicino a Labin non perdetevi i ravioli caserecci ripieni di carne di capriolo con sugo ai funghi misti profumati al terrano. E, per finire, permettete che vi si racconti “La storia sui tartufi” (Truffles Story) con ravioli caserecci al formaggio e alla ricotta con salsa al tartufo nero al ristorante “Dorina” a Plomin (Fianona).
Restoran i kavana Velo kafe (ristorante e caffè bar), Titov trg 12, Labin, tel: +385 (0)52 852-745, e-mail: alvona@pu.t-com.hr
Restoran Tomažići (ristorante), Tomažići 59 a, Nedešćina, tel: +385 (0)52 865-535, e-mail: valdi.licul1@pu.t-com.hr
Restaurant Dorina (ristorante), Plomin 54, Plomin, tel: + 385 (0)52 863 023, cell: +385 (0)91 286 3023, e-mail: restoran.dorina@gmail.com
Restoran Due Fratelli (ristorante), Montozi 6, Labin, tel: +385 (0)52 853 577, cell: +385 (0)98 366 498, (0)98 334 030, e-mail: due-fratelli@pu.t-com.hr, www.due-fratelli.com

 

Tutte le strade portano in cantina

Completate il giro intrapreso per conoscere i sentieri e le passeggiate di Labin visitando la Strada del vino dell’area di Labin (Albonese). Nel villaggio di Kukurini (Cucurini), accompagnati dal pluripremiato produttore di vini, il giovane Goran Baćac, scoprite una tradizione familiare di viticoltura lunga più di 75 anni. Con come sottofondo la musica istriana godetevi la degustazione dei vini pluripremiati, la malvasia Calypsa Histria e il terrano Calypsa Nera, come pure quella di prosciutto e formaggio. L’inizio della più lunga tradizione vinicola nell’area di Labin risale al 19.esimo secolo ed è legata al villaggio di Sveti Martin (San Martino), che si trova a 10 km da Labin. Godendovi il fresco profumo di pini e cedri all’agriturismo “Kaštel Pineta” della famiglia Radičanin, assaggiate i vini di alta qualità al castello che una volta apparteneva alla nobile famiglia Lazzarini di Labin. La più grande cantina nell’area di Labin, quella della ditta “Vinogradi San Martino”, vi entusiasmerà con il merlot “Piero”. Nell’atmosfera familiare della cantina “Markus” a Ripenda Breg non potrete fare a meno del terrano e delle varietà che hanno più di cent’anni, complici i profumi del prosciutto e delle salsicce istriani appesi e lasciati essiccare sopra le botti. A Sveta Nedelja (Santa Domenica) da Romeo Licul assaggiate la regina dei vigneti istriani – la malvasia. Terminate la visita nella cantina familiare di Doriano Licul a Brgod (Bergod), dove potete assaggiare il barrique Albona (che, oltre a essere il toponimo italiano per Labin, è anche il nome con il quale la città era conosciuta in passato).
Goran Baćac, Kukurini 16, Pićan tel: +385 (0)52 869-090, e-mail: gbacac@net.hr
Romeo Licul, Sv. Nedelja 67, Sveta Nedelja tel: +385 (0)52 865-401
Vinogradi San Martino, Dubrova 105, Labin, tel: +385 (0)52 851 912, cell: +385 (0)98 981 5380, e-mail: info@vinosanmartino.com, www.vinosanmartino.com
Doriano Licul, Brgod 40, Raša, tel: +385 (0)52 875-063, cell: +385 (0)91 1337-408
Dino Knapić, Restoran i pansion (ristorante e pensione) Markus, Ripenda Breg 36A, tel: +385 (0)52 856-903, www.markus.hr
Kaštel Pineta, Sv. Martin 32/b, 52231 Nedešćina
www.kastelpineta.com, e-mail: info@kastelpineta.com, tel: +385 (052) 865-688, fax: 865-015, mob: 385 (0)91 1865-688

 

Trattamento benessere vinoterapia - hotel Mimosa 4*, Rabac

Nel mese del vino non può mancare una visita all’albergo “Mimosa” a quattro stelle a Rabac, la cui offerta comprende l’esclusivo trattamento benessere conosciuto come vinoterapia. Con gli esperti del benessere, gli alberghi “Maslinica & Resorts” vi offriranno un’indimenticabile esperienza di rilassamento e il massaggio “Wine Therapy”. Rinfrescate e tonificate la pelle stanca del viso con il trattamento di rivitalizzazione per il viso e il décolleté con un peeling al vino tramite impacchi di uva pressata e un massaggio del corpo con olio di vinaccioli. Dopo il trattamento fate una passeggiata tra gli oliveti fino al vicino Sentiero di Sentona Labin – Rabac e concedetevi ulteriori momenti di relax godendovi la freschezza delle cascate che si trovano a un centinaio di metri dal mare. Terminate la piacevole giornata del vino con una cena leggera comprendente le specialità marinare del Quarnero e la malvasia di Labin.
Maslinica Hotels & Resorts, Rabac, tel: +385 (0)52 884 150, e-mail: info@maslinica-rabac.com, www.maslinica-rabac.com

 

Galleria civica Labin

La città vecchia di Labin si presenta nella sua veste più romantica in autunno, quando i tranquilli vicoli si riempiono di foglie colorate. La strada principale della città vecchia vi porterà alla Galleria civica, alla quale entro il 16 ottobre 2014 si tiene la mostra individuale “Livade / Meadows” (Prati) della pittrice Miljenka Šepić di Opatija (Abbazia). L’artista, premiata a livello internazionale, trova l’ispirazione nel paesaggio in cui crea. Le immagini poetiche coloristiche collegheranno in un modo simbolico la diversità dei colori primaverili e di quelli autunnali. Terminate la vostra passeggiata nel romantico centro storico con la visita al Museo civico di Labin o alla chiesa parrocchiale della Natività della Beata Vergine Maria, che si trovano dirimpetto alla galleria.
Gradska galerija Labin (Galleria civica Labin), Ul. 1. Maja 5, Labin 52 220, tel: +385 (0)52 852 123, e-mail: galerijalabin@gmail.com
Orario di apertura lunedì - sabato dalle ore 10 alle 14