Novembre a Labin e Rabaz (Albona e Rabaz)

Oil Perin – la nobiltà dell’olio di oliva

Godetevi la nobiltà dei sapori delle olive istriane nell’oleificio familiare ‘Perinić’, nell’omonimo villaggio vicino a Pićan (Pedena). In quello che è l’unico oleificio per la lavorazione dell’olio di oliva nell’area di Labin assaggiate l’olio extravergine di oliva ‘Oil Perin’ – una miscela delle migliori varietà di olive in Istria. Degustando l’olio, scoprite i segreti della lavorazione delle olive. All’inizio di novembre assaggiate la pienezza del sapore dell’olio novello e denso, mentre nella seconda metà del mese potete già degustare un olio aromatico e già maturato. Dopo la visita all’oleificio recatevi in uno dei numerosi ristoranti di Labin e assaggiate i migliori oli di oliva istriani con minestroni caserecci, verza, pasutice (pasta tipica) con le sarde salate e altre specialità dell’area di Labin.
Uljara Perinić (Oleificio Perinić), Perinić d.o.o., Perinići 33b, Pićan (Pedena), tel: +385 (0)52 869 134, cell: +385 (0)99 2869 134, e-mail: andrea.bacac@gmail.com, www.perinic.hr

 

Un fine settimana di wellness 'Dea vincitrice'

Dopo una faticosa settimana lavorativa, rilassatevi in compagnia delle vostre amiche e recuperate le forze durante un fine settimana di wellness all’albergo ‘Mimosa’ a quattro stelle a Rabac. Superate la stanchezza e la mancanza di energie con un massaggio originale ‘Dea vincitrice’ (Power Goddess) della linea di massaggi della dea Sentona, protettrice dei viaggiatori di Labin. Si tratta di un massaggio antistress della durata di cinquanta minuti che si esegue con olio essenziale estratto dall’alloro dei dintorni di Labin. È destinato a donne giovani disinvolte e a quelle in carriera di mezza età. Stimola la linfa e la circolazione sanguigna, aiuta il rilassamento dei muscoli irrigiditi e allieva il mal di schiena causato da una prolungata permanenza in posizione seduta in ufficio. L’olio essenziale di alloro simboleggia l’amore, il successo e i migliori, stimola la fiducia in se stessi, l’abbondanza e il coraggio per vincere nuove sfide della vita. Al centro benessere dell’hotel ‘Mimosa’ potete acquistare i cosmetici naturali di Labin, fatti con l’olio essenziale di alloro. Completate l’esperienza con una passeggiata lungo il Sentiero di Sentona Labin – Rabac. Qui, accanto alle cascate e l’acqua sorgiva inspirate e sentite la freschezza del profumo degli alberi di alloro.
Hotel Mimosa 4*, Maslinica Hotels & Resorts, Rabac, tel: +385 (0) 52 884 150, e-mail: info@maslinica-rabac.com, www.maslinica-rabac.com

 

La festa di San Martino a Sveti Martin

La tradizione della produzione di vino nel pittoresco villaggio di Sveti Martin (San Martino), che si trova a 10 km da Labin, risale già al 19.esimo secolo. Nella cantina dell’agriturismo ‘Kaštel Pineta’, dalla famiglia Radičanin, si possono assaggiare la malvasia e il merlot, come pure pernottare al castello, che una volta apparteneva alla nobile famiglia Battiala-Lazzarini di Labin. Il barone Nicola Lazzarini era un agronomo e si occupava dei grandi possedimenti del proprio castello. Oltre a un appartamento, nel castello vi erano diverse stalle, tra cui quella per i cavalli, come pure grandi cantine con vini nobili classificati secondo l’origine e l’anno di produzione. San Martino, la cui festa si festeggia l’11 novembre, non è solo il protettore dei produttori di vino e dei viticultori, ma anche dei cavalieri, per cui l’etichetta dei vini ‘San Martino’, della più grande cantina di Labin ‘Vinogradi San Martino’, reca un’immagine stilizzata di un cavallo impennato.
www.kastelpineta.com, tel: +385 (0)52 493 118, e-mail: info@kastelpineta.com

 

Le cisterne di Labin

Le sorgenti erano una volta la fonte della vita degli abitanti di Labin. La sorgente Šćurak nell’area di Podvinje, sotto le mura cittadine, era la principale fonte della città, mentre la zona circostante ne era un grande orto, fino al quale le donne portavano l’acqua in pesanti brente. Le ricche famiglie nobili costruivano le cisterne per la raccolta dell’acqua piovana nei cortili dei loro palazzi. Le case in campagna avevano un laco (stagno) accanto al quale si trovava una grande pietra lavorata sulla quale veniva caricata la brenta. La rete idrica fu costruita a Labin nel 1937, quando fu eretta pure la fontana cittadina e il gioco d’acqua in viale San Marco. Nel villaggio di Kranjci l’usanza voleva che la sposa venisse con una brenta alla fonte, dove il testimone di nozze l’aiutava a riempire il recipiente, mentre i convitati alle nozze gettavano il denaro nell’acqua per il benessere nella vita matrimoniale. Potete visitare le cisterne e le fonti di Labin lungo il Sentiero turistico delle fonti.
www.rabac-labin.com/it/46-download-of-catalogues

 

Una vacanza da sogno in campagna

Date una sbirciata nel passato dell’area di Labin godendovi una vacanza esclusiva nelle case rurali rinnovate e nei complessi agrituristici conosciuti come stancije (stanzie o corti). Al confine con il Parco naturale del Monte Maggiore (Učka), nel villaggio di Kožljak (Cosliacco), sottostante la vetta di Sisol (Sissol), vi si trova un possedimento lussuoso con un tale complesso agrituristico costruito nel 1907. Lo spazioso complesso in pietra di Stancija Sisol*** è decorato con le tradizionali travi di legno, i pavimenti sono di terracotta, mentre dal portico e dalla piscina di fronte alla casa si apre un panorama indimenticabile su Monte Maggiore e Piana d’Arsa (Čepić Polje). L’atmosfera idilliaca, adatta a una vacanza per famiglie numerose e amici, è completata dalle immagini pittoresche dei prati e delle colline circostanti, su cui pascolano le capre, le pecore e le mucche. Nel vicino villaggio di Vozilići (Vosilla) nella casa rurale di Đani Vozila**** potete godervi la preparazione dei piatti all’aperto, al focolare domestico o nel forno del pane e riposarvi nel portico che si affaccia sul giardino. La casa rurale in pietra ‘Marija Lorena’*** nel villaggio di Gora Glušići vi renderà entusiasti con i dettagli rustici e i mobili antichi. La casa ‘Donada***’ vi offrirà la possibilità di godervi un ambiente caldo e la tradizione del villaggio istriano, ossia l’epoca in cui ciascuna casa aveva una sua cisterna e un portico con un pergolato di viti.
Stancija Sisol***, Neven Ferenčić, Kožljak 53, tel: +385 (0)52 86 4003, cell: +385 (0)91 5968 960, e-mail: neven.ferencic@gmail.com
Đani Vozila****, Đani Vozila, Vozilići 17, tel: +385 (0)91 528 3800
Marija Lorena***, Lorena Licul, Gora Glušići 16, tel: +385 (0)52 855 790, cell: +385 (0)98 961 0120, e-mail: fredi-lorena@net.hr
Donada***, Donada Josip, Ružići 41, tel: +385 (0)52 858 324, cell: +385 (0)91 8877 909, e-mail: mariza.donada@pu.t-com.hr

 

Creme spalmabili al prosciutto

Come vuole la tradizione rurale di Labin, il prosciuttificio familiare Baní essicca il prosciutto crudo al vento di bora del Quarnero, a pochi passi dal mare, nel villaggio di Crni a sud della Penisola di Labin. Tuttavia, il prosciutto istriano autoctono, che si offre tradizionalmente quale antipasto di benvenuto, è usato dai produttori del prosciutto crudo di Labin anche per la preparazione di diverse creme spalmabili. Nella ricetta familiare segreta pezzettini di prosciutto si abbinano ai frutti provenienti dai boschi e dalle colline di Labin. Godetevi con un bicchiere di vino novello il ricco sapore della crema spalmabile al prosciutto con tartufi, olive, porcini ed erbe spontanee e trascorrete questo periodo del tardo autunno in una delle trattorie a Labin e nei dintorni.
Pršutana Baní, Prosciuttificio Baní, Ditta artigianale per il commercio e la produzione della carne – Labin, Karla Kranjca 11/4c, Labin, cell: +385 (0)91 211 0471, e-mail: boris.valkovic@pu.t-com.hr