Sentiero delle sante

Il sentiero d’arte sacra vi illustrerà la storia sull’importanza e l’influenza delle donne nella vita di tutti i giorni nell’area di Labin. Nel periodo di intense attività minerarie le abitanti dell’area, temendo per la vita dei loro mariti minatori, sbrigavano da sole tutte le faccende domestiche, lavoravano la terra avara e trasportavano dalle sorgenti distanti l’acqua nelle bigonce. Motivo per cui cercavano consolazione e aiuto spirituale rivolgendosi alle sante protettrici.

1. La chiesa parrocchiale della Natività della Beata Vergine Maria – eretta nel 1336 sulle fondamenta di una chiesa dell’11.esimo secolo. È adornata da sei altari di marmo, tra cui quello con le reliquie di san Giusto che nel 1664 furono portate da Roma.

2. La chiesetta di Santa Maria del Carmelo (Madonna del Carmelo) fu edificata nel 1615. Fu rinnovata nel 1867 nello stile classicistico. Apparteneva alla ricca famiglia di latifondisti Depangher – Manzini ed era pure la chiesa della famiglia nobile Negri. All’inizio degli anni ’90 dello scorso secolo il pittore locale Vinko Šaina la ricostruisce con l’appoggio della Città e la trasforma nell’attraente galleria “Alvona”, centro della vita artistica della città vecchia. 

3. La chiesa di Santa Maria Consolatrice (Santa Maria della Salute) a Labin. Fu eretta nel 1420, mentre ottenne la sua forma odierna nel 17.esimo secolo. Custodisce una preziosa raccolta d’arte sacra – 15 sculture in legno e nove oli su tela del 17.esimo secolo raffiguranti la Madonna.

4. La chiesetta di Santa Maria Maddalena vicino al cimitero di Labin. La protettrice di donne penitenti, giardinieri e parrucchieri, come pure dei produttori di profumi e pomate. La prima menzione della chiesa risale al 15.esimo secolo, quando se ne occupa la famiglia latifondista Scampicchio. Fino al 17.esimo secolo accanto alla chiesa vi era, probabilmente, un cimitero per la nobiltà di Labin.

5. Il sentiero della Madonna del Corniolo (Šumber (Sumberg))
Il pellegrinaggio a uno dei santuari istriani più visitati si compie il 5 agosto, per la festa della Madonna della Neve. Secondo una leggenda, è questo il luogo in cui fra i rami dell’albero di corniolo a una giovane pastora è apparsa la Madonna con in braccio Bambino Gesù. Gli abitanti del luogo accettano il desiderio della Madonna e le costruiscono nel 1440 una chiesa vicino al corniolo, nel luogo in cui è apparsa. Molte madri visitano l’altare della Madonna, inginocchiate, pregando per la salute dei propri figli. Il corniolo si trova a sinistra della chiesa, nelle vicinanze c’è pure la chiesa di San Quirino con epigrafi glagolitiche del 1540 e il castello Šumber.

6. Santa Anna nella chiesa della Madonna della Salute (Sveti Martin (San Martino))
Santa Anna è protettrice delle donne incinte, partorienti e madri. La statua di Santa Anna è conservata nella chiesa parrocchiale e si porta in processione per il giorno della sua festa, 26 luglio.

7. Santa Caterina (Sveti Martin)
Santa Caterina di Alessandria si festeggia il 25 novembre e uno dei quartieri di Labin porta il suo nome. Sono state innanzitutto le madri giovani con bambini a festeggiare la patrona del latte materno, l’assistente per le malattie della testa e le difficoltà di parola e la protettrice dei prodotti agricoli. Andavano in pellegrinaggio con un lucignolo che accendevano per avere latte per l’allattamento dei figli. Chiedevano la benedizione del latte di capra per il quale credevano che avrebbe protetto i loro bambini dai morsi dei serpenti.

8. Santa Marina (Sveta Marina (Santa Marina))
Attorno alla piccola chiesa sono stati trovati pezzi di vetro della tarda antichità (4. – 5. secolo). Fu costruita a cavallo tra il 12.esimo e il 13.esimo secolo. Nell’area c’era pure un convento femminile. 

9.Santa Barbara (Raša (Arsia))
Santa Barbara è prottetrice dei minatori e cannonieri. La chiesa modernista fu eretta nel 1937. Il suo interno ricorda un carrello rovesciato e il campanile la lampada dei minatori. Presso la chiesa vi è pure una piccola raccolta oggettistica.

Labin – Šumber 12 km
Labin – Sveti Martin (Martinski) 10 km
Labin – Sv. Marina 12 km
Labin – Raša 5 km

Planinarsko društvo Skitaci – Associazione alpinistica “Skitaci”
Kalić 2, Labin
T +385 (0)91 510 3532
T +385 (0)91 207 6969

pd.skitaci@pu.t-com.hr
www.skitaci.com