La città degli artisti

In tempi remoti i Celti diedero a Labin il nome di Albuin – luogo sul colle su cui nasce la luce. Nella zona della Fortezza vivete un memorabile tramonto sopra le isole quarnerine mentre nell’area sottostante si delinea il susseguirsi delle spiagge bianche di Rabac. Andate a fare una passeggiata nella città degli artisti, per le viuzze tranquille e le piazze piene di gallerie e atelier artistici, visitate i numerosi palazzi nobili e il campanile più alto di Labin, quello di San Giusto. Labin è una città con più di 30 artisti accademici, in cui si svolge da diversi anni la manifestazione culturale “Labin Art Republika” (Repubblica artistica di Labin). Visitate la Galleria civica, venite a conoscere gli artisti, visitate i laboratori per la lavorazione tradizionale della ceramica e scegliete uno dei numerosi souvenir artistici. Terminate la giornata con una passeggiata nel Parco sculture di Dubrova, una galleria a cielo aperto con opere dei più grandi artisti della Croazia e di tutto il mondo.

La galleria “Alvona” e l’atelier di Vinko Šaina

Gli infiniti orizzonti che si aprono dalle mura della città vecchia di Labin sono motivi inesauribili d’ispirazione per l’artista Vinko Šaina. Uno dei più famosi artisti di Labin ha collocato sulla “collina su cui nasce la luce” il proprio atelier e restaurato la pittoresca chiesetta della Madonna del Carmine, trasformandola nella galleria artistica “Alvona”, un luogo di culto per le mostre e le performance artistiche. In seguito a un sostanzioso restauro durato diversi anni, in questa fusione unica tra l’architettura sacra e l’arte moderna sono state esposte le opere dei grandi nomi dell’arte croata: Edo Murtić, Ivan Kožarić e Vasko Lipovac. Dirimpetto alla galleria vi è l’atelier di Vinko Šaina con una cisterna antica e con una meravigliosa vista su Labin e sui suoi dintorni.

Galerija Alvona / Galleria Alvona
G. Martinuzzi 15, Labin

T +385 (0)52 852 082
M +385 (0)98 1830 901

galerija-alvona@pu.t-com.hr
www.galerija-alvona.hr

Laboratori per la lavorazione tradizionale della ceramica

Nell’ambiente rustico del suo atelier di ceramica “Merania” nella città vecchia, la famiglia Jenkel porta avanti la tradizione della creazione del vasellame e degli oggetti d’uso quotidiano usando la ceramica che una volta era utilizzata nell’area di Labin. Il coperchio di ceramica a forma di campana conosciuto come “čripnja” era il recipiente fondamentale con cui si preparavano i piatti nel camino istriano. Oltre alla “campana” classica, nell’atelier si trovano pure le repliche dei recipienti di cui si servivano le nostre nonne, pentole, terrine, set vassoi e il souvenir più ricercato e famoso – i boccali per vino e la zuppa istriana (supa) decorati a mano – il simbolo dell’unità e della prosperità. Nell’atelier vi è pure un tornio da vasaio al quale potete sentire con le vostre mani come si modella l’argilla. La bottega dell’artigianato tradizionale “Merania” organizza pure una visita al proprio laboratorio per la lavorazione della ceramica a Raša. Durante le visite organizzate di una durata di un’ora vi sarà mostrato l’intero processo di produzione, la presentazione del lavoro al tornio e la nascita del boccale istriano, come pure la tradizionale tecnica di decorazione in maiolica. Le visite si organizzano previo annuncio in croato, inglese e italiano.

Galerija Merania / Galleria Merania
1. Maja bb, Labin

T +385 (0)52 852 466
M +385 (0)91 544 4918, +385 (0)95 9077 015

merania@pu.t-com.hr
www.merania.hr

Galleria civica Labin

Un paio di metri dall’atelier “Merania”, di fronte al Museo civico e alla chiesa parrocchiale della Natività della Beata Vergine Maria del 14.esimo secolo, visitate la Galleria civica, che fu fondata nel 1999. Qui troverete sempre qualche mostra interessante. La galleria è conosciuta per le numerose esposizioni e i progetti locali, istriani, croati e internazionali cui hanno partecipato i grandi nomi della produzione pittorica e scultorea locale. Oltre ai lavori dei famosi autori croati, vi si espongono spesso pure le opere e le installazioni degli artisti croati più giovani create in tempi più recenti.

Gradska galerija Labin / Galleria civica Labin
1. Maja 5, Labin

T +385 (0)52 852 123

galerijalabin@gmail.com

Orario di apertura: lunedì - sabato 10.00 - 14.00
Giugno 10.00 - 14.00 e 17.00 - 20.00
Luglio e agosto 10.00 - 14.00 e 19.00 - 23.00

Il Parco di sculture a Dubrova

Andate a fare una passeggiata in uno dei più bei parchi di scultura in Croazia, quello a Dubrova, che ha festeggiato i 45 anni dalla sua fondazione. Il parco si trova all’ingresso nella città di Labin accanto alla strada principale Labin – Rijeka (Albona – Fiume) e al ristorante “Dubrova”. In un boschetto mitico in fondo al possedimento barocco di villeggiatura del 17.esimo secolo, che apparteneva alla locale famiglia patrizia Franković, sono state collocate 94 sculture dei rinomati artisti croati e mondiali. Da Raul Goldoni e Dušan Džamonja a Marija Ujević e Joost Barbiers. Nel parco fatevi una passeggiata lungo la cosiddetta Strada bianca (Bijela cesta), un progetto ambientale e artistico che viene completato con i lavori eseguiti nell’ambito del Simposio mediterraneo di scultura. Uscite dai limiti appena giunti alla scultura “Prodor” (Irruzione) di Jozef Jankovič o abbracciate la persona amata vicino alla “Kralj i kraljica” (Re e regina) di Zvonimir Kamenar.

Il parco è aperto al pubblico durante tutto l’anno e l’ingresso è gratuito.

L’arte della cucina rurale

Concludete la giornata dell’arte e delle passeggiate attraverso l’arte di Labin con una cena nell’ambiente rustico del villaggio di Tomažići. La famiglia Licul-Verbanac vi farà vivere l’esperienza della cucina locale che con i suoi ingredienti ha ispirato alcuni degli artisti di Labin per le loro performance. In quest’ambiente naturale, comprendente un parco decorato con attrezzi antichi, sarete accolti con un aperitivo di benvenuto - un bicchiere di grappa di vischio (biska). Iniziate l’antipasto con acciughe marinate nel succo di limone e nell’olio di oliva con le erbe aromatiche mediterranee, dopodiché segue una selezione di pasta tradizionale di Labin fatta a mano. I tortiglioni verdi di basilico fresco ripieni di ricotta casereccia vi riempiranno di entusiasmo con il loro colore abbinato al latticino fresco con una struttura molle ottenuto dal siero del latte. La ricchezza dei boschi di Labin vi sarà offerta dai ravioli fatti in casa e ripieni di capriolo al sugo con funghi misti profumati al terrano, mentre nel seminterrato della cantina familiare vi attende una selezione di vini istriani scelti con cura. 

Restoran Tomažići / Ristorante Tomažići
Tomažići 59 a, Nedešćina

T +385 (0)52 865 535
M +385 (0)91 1396 430

valdi.licul1@pu.t-com.hr
www.tomazici.3m-computers.hr