Aprile a Labin e Rabac (Albona e Rabaz)

Le Giornate dell’asparago e della seppia, 29 marzo – 30 aprile

Venite a vivere la rapsodia gastronomica primaverile in 14 ristoranti operanti nell’area di Labin. In ognuno di essi potrete scegliere tra due menù dedicati all’asparago e altrettanti dedicati alla seppia. L’asparago o ‘šparoga’, se vogliamo chiamarlo con uno dei nomi utilizzati in Istria, è il re dei boschi e delle macchie istriani nonché l’ingrediente principale dei menù primaverili: dalla frittata classica e dalle delizie di carne tradizionali, quale il prosciutto istriano con pasta casereccia, i cosiddetti pljukanci o fusi, agli snack moderni – i muffin agli asparagi. Le seppie dell’Adriatico si pescano alla fine dell’inverno e all’inizio della primavera lungo la costa rocciosa, mentre la specialità più conosciuta è il risotto al nero di seppia. Un menù con due portate costa 80 kune, mentre quello con tre portate 120 kune. Ogni menù comprende un bicchiere di vino. Le Giornate dell’asparago e della seppia sono organizzate congiuntamente dall’Ente per il turismo della Città di Labin e dalla locale Associazione degli artigiani.

 

La 100 miglia d’Istria, 15 aprile – 17 aprile

Pure questa primavera godetevi la più grande corsa trail di carattere internazionale in Croazia, la 100 miglia d’Istria. Da Labin attraverso Lovran (Laurana), Buzet (Pinguente), Motovun (Montona) e Umag (Umago), più di mille concorrenti dimostreranno la loro resistenza lungo cinque tratti differenti: 173 km, 110 km, 69 km, 42 km e nella corsa su strada di 5 km. Alla fine della gara si tiene, come da tradizione, pure la corsa trail per bambini, di 1,6 km. Le cittadine medievali di pietra, i boschi mistici, la terra rossa e le radure dalle quali si può ammirare una vista spettacolare del Mare Adriatico vi sedurranno con la loro bellezza.
Il centro informativo della corsa:
+385 (0)98 98 31 255
info@srk-alba.hr
www.istria100.com

 

Il Long Walk Day, il 23 aprile

Nell’ambito dei festeggiamenti per la Giornata del pianeta Terra, quest’anno, per la tredicesima volta, potete godervi una camminata lungo uno degli itinerari escursionistici più belli in Croazia – il Sentiero alpinistico di Labin da Brseč (Bersezio) a Skitača (Schitazza). Rimarrete affascinati dalla bellezza della costa orientale della penisola istriana. I magnifici panorami sull’azzurro del mare del Golfo del Quarnero e sulle isole di Cres e Lošinj (Cherso e Lussino) spaziano dalla vetta del Sisol (Sissol), la parte meridionale della cresta del Monte Maggiore (Učka) sopra Brseč, fino a Skitača nel sud della Penisola di Labin. Concedetevi momenti di ricreazione scegliendo un trekking di giornata intera dopo il quale si terrà una festa nel rilassante ambiente del rifugio alpino a Skitača, gestito dall’Associazione alpinistica “Skitaci” di Labin, organizzatrice del Long Walk Day.
Cartina del sentiero e contatti:
+385 (0)91 510 3532 / (0)91 207 6969
www.skitaci.com
pd.skitaci@pu.t-com.hr

 

Il Sentiero delle fonti divine Rabac - Labin

L’acqua è la fonte della vita e una volta per gli abitanti di Labin lo erano le sorgenti presenti nell’area. Andate a percorrere il Sentiero delle fonti divine, che inizia nella baia di Maslinica a Rabac. La salita verso la città vecchia di Labin si snoda attraverso il più bel paesaggio naturale protetto dell’area di Labin. Le fonti Vrućak e Blažićevo si trovano vicino alla grande cascata e, strada facendo, sarete accompagnati anche da alcuni ruscelletti. Le barriere di tufo sono bagnate dalle cascate del ruscello Pećina, mentre nella misteriosa Grotta di Negri si nasconde una sorgente. A non più di qualche minuto dal sentiero, su quella che una volta era la strada che collegava Labin e Rabac, vi sono i resti della chiesetta romanica di Sant’Adriano (12.esimo/13.esimo secolo). La fonte Šćurak, nell’area di Podvinje, sottostante le mura cittadine, era la fonte principale del luogo e il terreno attorno a essa fungeva da grande orto della città fino al quale le donne portavano l’acqua nelle brente pesanti. Nei cortili dei loro palazzi, le ricche famiglie nobili costruivano dei pozzi (cisterne) per la raccolta dell’acqua piovana. Le case nelle aree rurali avevano il loro laco (pozza) accanto al quale si trovava una grande pietra lavorata usata per caricare la brenta sulle spalle. La rete idrica fu portata a Labin nel 1937, anno in cui furono eretti pure la fontana cittadina e il gioco d’acqua in viale San Marco nella città vecchia di Labin.
Lunghezza del sentiero 3,4 km
Tempo di percorrenza 1,5 ore
www.rabac-labin.com/it/166-sentiero-delle-fonti-divine-rabac-labin

 

Una vacanza primaverile con la famiglia

Venite a vivere i più bei momenti con la vostra famiglia durante una vacanza primaverile negli alberghi e nei resort della casa alberghiera “Valamar” a Rabac. Nel pittoresco albergo familiare con appartamenti “Albona Hotel & Residence” a tre stelle, potete rilassarvi in totale spensieratezza godendovi la spiaggia di ghiaia bianca con l’ombra naturale del bosco. Per gli amanti delle vacanze in famiglia dinamiche, tra le attività sportive, oltre alle immersioni subacquee nel centro immersioni, vi attendono diverse possibilità di divertimento nel “Maro club” per bambini e nel vicino “Teens Lounge”. Soddisfazioni ulteriori per tutta la famiglia saranno possibili anche grazie alla ricca scelta delle delizie nel ristorante con lo show cooking. Informazioni sugli sconti speciali per i soggiorni in maggio e giugno sono disponibili al seguente indirizzo web:
www.valamar.com/it/hotel-rabac/albona-hotel-residence?dealobjectid=54828