LA MAGIA DELL’INVERNO A LABIN E RABAC (ALBONA E RABAZ)

IL TATTO DELLA VITALITÀ

Cominciate l’anno nuovo con un’energia nuova. Regalate al vostro corpo contatti rinvigorenti tramite i trattamenti shiatsu del corpo e la testa nel centro benessere dell’albergo Mimosa a Rabac. Lo shiatsu è una tecnica di massaggio del corpo che attraverso il trattamento dei punti energetici aiuta il flusso e rinnovamento dell’energia vitale rinvigorendo e rigenerando tutti gli organi. Tutto lo stress accumulato e pesantezza alla testa spariranno in un batter d’occhio. Dopo questo trattamento vi consigliamo di sottoporvi a un peeling del corpo con il massaggio “Afrodita”. Godetevi le passeggiate sul mare, tra gli olivi e il lungomare di Rabac, che vi aiuteranno a liberare le vie respiratorie e ad acquistare la forza per affrontare nuove sfide nell’anno nuovo.

Maslinica Hotels & Resorts, Rabac  bb, P.P. 2, 52221 Rabac,: +385 (0) 52 884 150, 170, 172, fax: +385 (0) 52 872 088, www.maslinica-rabac.com; E-Mail: info@maslinica-rabac.com

IL SENTIERO DELLE SANTE DI LABIN

L’inizio di Avvento è il periodo ideale per visitare il Sentiero delle sante di Labin, con le più belle chiese dedicate alla Madonna. Il sentiero inizia con la chiesa parrocchiale della Natività della Beata Vergine Maria del 1336, dove sono conservate le reliquie di San Giusto, patrono di Labin, la cui festa ricorre il 3 novembre. Nelle vicinanze si trova la più bella chiesetta dentro le mura cittadine – Santa Maria del Carmelo (Madonna del Carmine) del 1615, che apparteneva alla famiglia latifondista di Labin Depangher-Manzini. Dopo essere stata ristrutturata, la chiesa è divenuta sede della galleria “Alvona”, che oggi costituisce il punto centrale della vita artistica della città vecchia. All’entrata nella città vi è la chiesa di Santa Maria Consolatrice (Madonna della Salute), dove si trova una preziosa collezione di 15 sculture di legno e 9 oli su tela del 17.esimo secolo che raffigurano la Madonna. All’uscita dalla città di Labin vedrete la chiesetta medievale di Santa Maria Maddalena, dalla quale si ammira il più bel panorama della città vecchia. La festa di Santa Barbara, che ricorre il 4 dicembre, la si festeggia alla grande a Raša (Arsia), dove si trova la chiesa di Santa Barbara. La chiesa modernista dedicata alla protettrice dei minatori fu costruita nel 1937 a forma di vagonetto rovesciato, mentre il campanile ricorda le lampade dei minatori.

BACCALÀ DAVANTI AL CAMINO

Dopo la visita al Sentiero delle sante e la passeggiata all’aria fresca del mare, rinfrescatevi e riscaldatevi nel ristorante Velo kafe nella piazza principale della città vecchia. Al caldo del camino godetevi il fascino dei vecchi tempi e l’ospitalità e assaggiate le specialità locali che accompagnano i giorni di festa. Nel periodo invernale sulla tavola di festa troverete il tradizionale baccalà in bianco, la zuppa di pesce fresco, proveniente dal mare di Rabac, le pasutice (pasta tagliata a cubetti) con il baccalà, le acciughe e il locale olio extravergine di oliva, il formaggio con tartufo da essere assaggiato con pane tostato e frutta secca, nonché i tradizionali krafi (una specie di ravioli) di Labin serviti con la salsa al caramello, con panna cotta e grappa casereccia. In un ambiente familiare con decorazioni natalizie originali, realizzate con materiali naturali dall’artista locale Roberta Razzi, potete scoprire le ricette tradizionali della cucina istriana o godervi la monografia con vecchie cartoline e scene di vita dei tempi passati a Labin e Rabac.

Ristorante e caffè Velo kafe, Titov trg 12, Labin, tel: +385 (0)52 852-745

VILLA BACIO

Tutte le bellezze dell’inverno istriano le potete scoprire alla Villa Bacio a Vrećari, a 4 chilometri da Labin. La villa di pietra è costruita in stile tradizionale istriano con mobili rustici, una ricca cantina, fitness e jacuzzi, ed è un piacevole luogo di relax per le vostre vacanze invernali o per trascorrervi le feste che stanno arrivando. Nell’oasi di pace circondata da un bosco potete, inoltre, organizzare matrimoni, e per tali occasioni vi avete a disposizione il grande prato attorno alla casa, la piscina, la cantina con il prosciutto istriano e i vini locali, come pure un’area barbecue.

Villa Bacio, Vrećari 2B, 52231 Nedešćina, tel: +385 52 865 728, mob: +385 95 906 2667, +385 91 558 2986, e-mail: booking@villa-bacio.com, www.villa-bacio.com

IL BRINDISI DI CAPODANNO

Nella notte di San Silvestro non può mancare un brindisi con spumante, che quest’anno potete rendere ancora più solenne con i bicchieri per champagne decorati con motivi incisi a mano e ispirati alla città vecchia di Labin, creati da Luciana Derossi Stemberga. Le silhoutte dei campanili di Labin incisi a mano con laser abbelliscono pure i bicchieri da vino, le bottigliette per grappa e i candelieri, che donano a tutti questi motivi un carattere festivo e un’atmosfera calda. La collezione dei bicchieri e i recipienti in vetro con le decorazioni ispirate al paesaggio di Labin può essere un bel regalo di Natale per tutti quelli che amano viaggiare e collezionare souvenir originali. Se siete freddolosi, a Labin vi riscalderete con la cosiddetta supa istriana, dei cui ingredienti sarete informati da parte dei proprietari delle locali taverne e i ristoranti, che sono gentili e disponibili. La supa istriana si assaggia adoperando un orcio (boccaletta in Istria) in ceramica o argilla, simili a quelli che con la collezione dei bicchieri in vetro con motivi ispirati a Labin potete vedere e acquistare al negozio di souvenir Butega (Città vecchia, Paolo Sfeci,1, cell: 095 9087-866, nei giorni feriali e i fine settimana dalle 9 alle 19).

La collezione di bicchieri in vetro con motivi ispirati a Labin: Luciana Derossi Štemberga, esercizio artigianale “Gela” (Rudarska, 8, 52220 Labin, cell: 091 601-1189).